Manifredde – Benjen Stark?

Circa a metà di “Tempesta di Spade” Sam e Gilly vengono salvati da un misterioso vagabondo in nero, dalle mani fredde e con uno strano potere sugli uccelli. Più avanti nel libro, Bran e la sua compagnia si addentrano sotto la Barriera per unirsi a questo enigmatico personaggio. Sam e Gilly lo chiamano “Manifredde”.
Ma chi è in realtà Manifredde? Potrebbe per caso essere un personaggio che abbiamo già incontrato? O è qualcuno completamente nuovo?

Per prima cosa, diamo un’occhiata alla descrizione che abbiamo di lui da pag. 536:
“Fratello!” Il gridò lacerò la notte, attraverso il gracchiare di centinaia di corvi. Sotto gli alberi, un uomo normale dalla testa ai piedi in abiti di color misto grigio e nero, cavalcava un alce. “Quaggiù” chiamò il cavaliere. Un cappuccio gli copriva la faccia… Il cavaliere non portava guanti. Le sue mani erano fredde e nere, con le dita dure come pietre.”
Il fatto che Manifredde si rivolga a Sam chiamandolo “fratello” e vesta il nero sembra suggerire che sia un membro dei guardiani della Notte. Oltre a ciò, non possiamo dedurre altro da questo capitolo, se non che Manifredde cavalca un alce ed ha un qualche controllo sui corvi.

A pag.635 apprendiamo qualcosa di più.
Manifredde dice che è stato inviato a cercare qualcuno che si rivela essere Bran. Inoltre conosce l’esistenza del Portale delle Tenebre sotto il Forte della Notte. Citiamo:
“Vestiva di nero, come un fratello dei Guardiani, ma era bianco come un non-morto, con le mani così fredde che all’inizio ne fui spaventato. I non-morti hanno gli occhi azzurri però e non parlano, o si sono dimenticati come si fa… Perché non l’hai portato attraverso il Portale delle Tenebre? Lui non può. Perché? Per la Barriera. La Barriera è molto più di ghiaccio e pietre, ha detto. Sono stati lanciati incantesimi su di essa… molto antichi e potenti. Non può attraversare la Barriera”.

Qui Sam indica che Manifredde non ha gli occhi azzurri. Dunque possiamo escludere per lo più che sia un non-morto messo a dura prova. Ancora, nonostante vesta di nero, chiami Sam “fratello”, non può attraversare la Barriera. Perché? Diamo una scorsa ai candidati ritenuti probabili a essere Manifredde:

1) Benjen Stark
La possibilità più ovvia e probabilmente la prima ad essere venuta in mente subito ad ogni lettore. Benjen è dato per disperso da tre libri, ma il suo corpo non è stato ancora ritrovato. In base a quello che sappiamo Ben è ancora là fuori con i suoi quattro rangers sopravvissuti. E qualcuno ha seppellito la scorta di vetro di drago che Spettro ha trovato sul Pugno dei Primi Uomini. Sam non potrebbe riconoscere Ben; Ben è scomparso prima che Sam arrivasse al Castello Nero. Alla fine, questa potrebbe essere la ragione per cui il capitolo si conclude prima che Bran incontri Manifredde, Bran infatti riconoscerebbe Benjen e quindi rovinerebbe la sorpresa.
Sembra probabile che Benjen stia per riapparire in un qualche punto della serie o, almeno, dovremmo scoprire che ne è stato di lui.
E’ stato annunciato troppe volte perché ciò non avvenga. La domanda è, quindi, come ha fatto Benjen a sviluppare il suo controllo, apparentemente magico, sugli animali e perché non può attraversare la Barriera. Ci sono centinaia di possibilità a tal proposito, ma nessuna ha delle prove per avvalorarla. Perciò, se Benjen è un probabile candidato in base alle circostanze, c’è ancora un po’ di confusione su di lui.

2) Stonesnake
Un ranger brizzolato della Torre delle Ombre che accompagnava Jon e Qhorin ad esplorare il Passo Skirling, Stonesnake sparì alla fine di “A Clash of Kings” quando Qhorin lo ha inviato a piedi su un alto passo montano in un ultimo tentativo di raggiungere il Pugno ed avvertire Mormont di quello che stava succedendo con i Bruti. Da allora non si è più visto o sentito, anche se è stato ritenuto essere ancora vivo nell’appendice di “Storm of Swords”. E, con tutta probabilità, Sam non avrebbe riconosciuto Stonesnake; sono stati insieme sul Pugno solo per poco tempo.Oltre a ciò Stonesnake ha gli stessi vantaggi e svantaggi che ha Benjen. Ha una ragione per vestire il nero e chiamare Sam “fratello”. Ma rimane un mistero come possa controllare gli animali e non possa passare la Barriera.
Quindi se Manifredde è uno di questi due candidati, probabilmente sarà Benjen, semplicemente perché il suo personaggio viene ancora menzionato e rimane nella testa del lettore, mentre di Stonesnake ci si è pressoché dimenticati.

3) Un figlio di Craster
Per molto tempo Craster ha esposto i suoi figli come sacrificio agli Estranei. Ma se uno di loro fosse scampato? Non è stata indicata l’età di Manifredde, ma se è tra i venti e i trent’anni, non sarebbe esagerato che lui possa essere uno dei figli di Craster di tanto tempo addietro.
Tuttavia, le due figlie di Craster, Gilly e Nella, sembrano entrambe parlare dei figli di Craster come se avessero avuto esperienza diretta del loro destino. (Tempesta di Spade, pag.380). Nella, in particolare, definisce non-morti i “figli di Craster”. Non potrebbe essere che un bambino sia in realtà sfuggito al sacrificio rituale? Non sembra probabile, non avrebbe motivo per chiamare Sam “fratello”. Quindi uno dei figli di Craster non sembra essere un candidato valido, anche se potrebbe restare possibile.

4) Ser Waymar Royce
Si è suggerito che Manifredde in realtà possa essere Waymar, il giovane ranger che è stato ucciso dagli Estranei nel prologo, solo per ritornare come non-morto e strangolare Will. Tuttavia, questa non è una possibilità neanche remota. Non c’è una ragione comprensibile per cui Waymar ucciderebbe il suo compagno Will e dopo aiuterebbe Sam e Gilly. Ancora, gli occhi di Waymar erano azzurri dopo la resurrezione (Il Trono di Spade pag.11). a meno che non abbia subito un cambiamento sia di indole che di colore degli occhi, Waymar non può essere Manifredde.

5) Will
Un’altra debole possibilità è che Manifredde sia Will, il giovane bracconiere diventato ranger che vede gli Estranei massacrare Waymar per poi essere strangolato dal cadavere di Waymar. L’ultima volta che lo abbiamo visto, durante il prologo del Trono di Spade, le gelide mani di Waymar stavano stringendo il suo collo.
Ma è quasi un’illazione dedurre che Will in qualche modo sia sopravvissuto a questo incontro per diventare Manifredde, ed è abbastanza inusuale per lo stile di GRRM riportare indietro un personaggio chiaramente ed evidentemente morto. Se Manifredde è un Fratello in nero che abbiamo già incontrato, Benjen e Stonesnake sono le possibilità più valide.

Conclusione

In conclusione, ogni possibile candidato proposto per essere Manifredde ha qualche tipo di controindicazione che non si riesce a spiegare. Se Benjen sembra essere il candidato più forte al momento, ci sono ancora diverse punti che devono essere svelati prima che tutto questo quadri: le ragioni di ciò e le falle nella vicenda di Stonesnake nascono dalla apparente contraddizione che Manifredde è un Guardiano della Notte, ma non può oltrepassare la Barriera.
Da quello che sappiamo, è molto probabile, in questo momento, che Manifredde sia un personaggio appena introdotto, che non abbiamo mai incontrato prima della sua apparizione in “Storm of Swords”. Alla fine, questa è una possibilità più veritiera che arrovellarsi per tirare fuori improbabili storie su come Benjen sia diventato Manifredde.

“A te cosa piace fare?”
“Ricamo”
“Molto riposante, non trovi?”
“Ecco” disse Arya, “non come lo faccio io”.

http://forum.gruppolucenera.net/pop_printer_friendly.asp?TOPIC_ID=264

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...