Ereditarietà nelle Cronache

[…] Data l’ispirazione fortemente medievale alle spalle dei Sette Regni, è interessante considerare che il processo di decisione su chi regna o guida a Westeros cambia da luogo a luogo e da organizzazione a organizzazione. Può variare persino all’interno di una stessa regione, a seconda della cultura e dei costumi e tradizioni. Può persino capitare un avanzamento su base di merito…anche se in questo saggio sull’ereditarietà nelle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco vedremo che il lignaggio conta, anche in quel caso.

****** SPOILERS SU EVENTI OLTRE L’EPISODIO 5 SERIE TV ************

Parlando in senso lato, la maggioranza dei nobili di Westeros praticano la primogenitura a preferenza maschile, come la maggior parte dell’Europa Occidentale faceva nel Medio Evo. Secondo Wikipedia, sembra che i sovrani di Monaco, Spagna e Thailandia seguano questa pratica anche loro. Viene fatto capire in uno degli ultimi romanzi che questo è in gran parte un approccio portato dagli Andali da oltre il mare stretto, il che praticamente implica che prima dell’arrivo degli Andali i Primi Uomini avrebbero potuto benissimo gestire le cose in modo diverso. ‘Primogenitura a preferenza maschile’ significa che una donna può ereditare solo se non ha fratelli in vita (o discendenti di tali fratelli), il che è sicuramente limitante, ma abbiamo alcuni esempi di nobildonne che governano a Westeros con pieno diritto a: Lady Arwyn Oakheart è famosa nell’Altopiano, tanto quanto Anya Waynwood lo è nella Valle e Maege Mormont nel Nord.

Ci sono un paio di increspature, comunque. La Danza dei Draghi fu una devastante guerra civile combattuta tra fratello e sorella: Aegon e Rhaenyra Targaryen. Il loro padre, Viserys I, era stato re, e Rhaenyra era la sua primogenita, ed unica figlia per molti anni, finchè suo padre finalmente riuscì ad avere un figlio maschio che sopravvivesse alla culla. Viserys aveva cominciato a portare Rhaenyra ai concili reali, e a preparare sia lei che il regno in ogni modo possibile al fatto che lo avrebbe seguito come erede. Le cose divennero più ambigue in seguito, dopo che Aegon sopravvisse e prosperò, ma sembra più che possibile che il costume Valyriano prima della Caduta fosse una primogenitura indifferente al sesso, e che Viserys stesse semplicemente mantenendo le tradizioni che i Targaryen avevano avuto in precedenza. Nonostante tutto, sul proprio letto di morte, sembra che Rhaenyra fosse ancora l’erede…ma il Lord Comandante delle Cappe Bianche, Ser Criston Cole, convinse Aegon ad incoronarsi come Aegon II.

Quello che seguì furono 2 anni di guerra sanguinosa – pensate ad alcune delle battaglie più sanguinose della Guerra delle Due Rose, come Towton – con decine di migliaia di persone uccise, con la maggior parte dei draghi dei Targaryen periti combattendo (“Erano allevati per la guerra, e in guerra morirono”), e alla fine sia Rhaenyra che suo fratello morti. Il risultato finale fu l’incoronazione del figlio di Rhaenyra, Aegon, e che le fazioni Targaryen rimaste furono unificate dal suo matrimonio con la più grande delle figlie sopravvissute di suo zio. Per prevenire situazioni simili in futuro, divenne legge – o almeno tradizione – che da quel momento in poi una donna Targaryen non potesse MAI ereditare il trono. I suoi parenti maschi le sarebbero stati preferiti in ogni caso. Questo è il motivo per cui una giovane regina così capace come Daena Targaryen (ed entrambe le sue sorelle) non vennero considerate quando Baelor il Benedetto morì.

Oltre a tutto ciò, i singoli nobili possono ignorare i loro discendenti, se vogliono. E’ una cosa che porta probabilmente a lotte legali dopo la loro morte, e possibilmente a violenze nel frattempo, ma è accaduto. Lord Tywin Lannister ha una certa pessima fama per essersi rifiutato di riconoscere suo figlio Tyrion come erede, nonostante la lettera della legge prevedesse che Castel Granito dovesse essere sua. Lord Webber, ai tempi di Daeron II, lasciò detto nel suo testamento che la figlia dovesse ereditare come Signora di Coldmoat…ammesso che si maritasse entro un certo lasso di tempo; in caso contrario avrebbe dovuto fare in modo che le terre passassero ad uno dei suoi cugini piuttosto che lasciarle nelle mani di una donna. Nei Sette Regni ci si preoccupa molto che una donna (e, a volte, un bambino) sempicemente non sia capace di governare in tempi difficili, e lui almeno aveva la scusa di aver assistito da poco alla prima delle Ribellioni dei Blackfyre, il che lo rendeva poco convinto di lasciare sua figlia in carica per i suoi castelli e terre.

Questo di sicuro causa qualche problema a Daenerys Targaryen, ma anche qui, lei è l’ultima Targaryen in vita, e senza dubbio il suo antenato Aegon il Conquistatore avrebbe preferito che sedesse lei sul Trono di Spade ad ogni altra alternativa…

Non tutti sono così rigidi comunqque. A Dorne è praticata la primogenitura assoluta – il figlio maggiore, qualunque sia il genere. Questo è dovuto probabilmente all’influenza della cultura Rhoynar, che fu introdotta a Dorne quando Nymeria portò i Rhoynar da attraverso il mare stretto in diecimila navi, per sfuggire ai Valyriani.

E’ interessante notare che la gente di Nymeria era probabilmente costituita in maggioranza da donne e bambini: Garin il Grande aveva guidato 250.000 uomini alla morte cercando di sconfiggere Valyria, il che costituiva probabilmente una bella fetta della popolazione totale delle terre di Rhoyne. Non tutte le case di Dorne sembrano del tutto convinte della primogenitura assoluta – è implicito che gli Yronwood siano contro di essa, e sono quelli che più di molti [altri nobili] discendono in gran parte dai Primi Uomini e dagli Andali.

Dopo di ciò, si comincia ad avere a che fare con popoli e organizzazioni che gestiscono le cose…in modo diverso. Tra i bruti, oltre la Barriera, non ci sono dei veri e propri nobili (eccetto, si suppone, il Magnar dei Thenn). Un uomo che vuole giudare altri uomini deve conquistare il loro rispetto e battere o uccidere i suoi avversari. Ogni uomo che voglia essere Re Oltre la Barriera deve farlo più volte e di continuo, perchè i bruti si autoproclamano ‘il popolo libero’ e non vedono di buon occhio le autorità a meno che non possano rispettarle a livello personale. Che uno discenda da qualche grande eroe o da un precedente Re Oltre la Barriera gli importa tanto quando la discendenza dal cavallo di quell’eroe.

In aree più civilizzate di Westeros, laddove la nobiltà del sangue è messa da parte, comincia a farsi vedere il merito. Il Lord Comandante dei Guardiani della Notte viene eletto da tutti i confratelli, l’Alto Septon viene scelto dai Più Devoti (in modo molto simile a come i cardinali scelgono il Papa), e il Gran Maestro è scelto dal Conclave degli arcimaestri della Cittadella. In teoria, in questo caso il merito gioca un ruolo più grande…ma non è la sola considerazione. Altrimenti come spiegare il numero di Stark che sono stati scelti? O il fatto che i cinque Lord Comandanti più giovani nella lunga storia dei Guardiani della Notte (lunga secondo ogni standard, anche se potrebbe essere meno lunga di quello che si crede) fossero tutti imparentati con gli Stark in un modo o nell’altro? Allo stesso modo, vediamo che la Cittadella ha messo bene in mostra il fatto di prendere in considerazione un certo numero di bravi maester di bassa estrazione…prima di rivolgersi a maester connessi per linea di sangue ad alcune delle maggiori case dei Sette Regni. Viene il sospetto che quando si arriva a questo punto i Più Devoti viaggino su simili linee di pensiero, se si considera la storia della Chiesa medievale.

Curiosamente, l’elezione era praticata anche dagli abitanti delle Isole di Ferro millenni fa. Ogni volta che moriva un re, gli uomini e le donne più importanti – nobili, capitani, guerrieri famosi – si riunivano in un luogo sacro in Old Wyk, le Costole di Nagga, e sceglievano tra quelli di cui veniva fatto il nome. Questa monarchia elettiva sembra non avere precedenti a Westeros, e certamente gli uomini di ferro hanno smesso di usarla molto tempo fa, quando Urron Manorossa macellò un’intera assemblea riunita per l’acclamazione di re e istituì da lì in poi la monarchia ereditaria.

La cosa più vicina ad una monarchia ereditaria, nella storia recente di Westeros, furono le circostanze che seguirono la morte di Maekar I. Per varie ragioni, alcuni dei suoi possibili eredi non erano adatti a governare (alcuni erano morti, uno aveva una figlia deficiente, un altro era stato un pazzo crudele e nessuno sapeva come sarebbe venuto fuori suo figlio), così alla fine il figlio più giovane di Maekar fu eletto da un grande concilio di tutti i lord dei Sette Regni. Un giovane conosciuto dai suoi amici come Egg divenne Aegon V, l’Improbabile. Con lui venne un regno di pace e abbondanza (in gran parte), alcuni amati (ma forse poco convenzionali) figli, e un migliore amico che era un alto cavalere errante di bassa estrazione, che avrebbe finito i suoi giorni come uno dei più famosi Lord Comandanti della Guardia Reale.

Per riportare tutto questo al presente delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, chi dovrebbe sedere sul Trono di Spade? Chi ne ha il diritto maggiore? Renly Baratheon ha esposto una regola teorica che in sostanza di riduce a ‘il potere porta al diritto’, e fa notare che la presa del trono da parte di suo fratello si basava su questo più che su ogni altra cosa. Ma non è una via che porti alla stabilità a lungo termine, se ogni nuovo re deve significare una nuova lotta per il trono. Considerando la situazione con i figli di Robert, se uno li esclude e si attiene alla primogenitura, Stannis Baratheon è davvero quello che ha il maggior diritto di reclamare il trono…

Ma che ne è di Daenerys? La sua famiglia fu esiliata, ma se prendiamo per buono che ‘ il potere porta al diritto’ non sia una gran regola per la persistenza del governo, allora nella sua pretesa ci potrebbe essere qualcosa…O è meglio lasciare il passato dov’é? E’ più probabile che una regina Targaryen incoraggi la stabilità piuttosto che qualche membro della giovane dinastia Baratheon?

http://www.labarriera.net/main.php?p=nws_read&m=n0&id=620

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...